Agenzia Solo Affitti Catanzaro 1 Agenzia Solo Affitti Catanzaro 2
Agenzia Catanzaro 2
Via Buccarelli, 3
Tel. 0961 746641
Cell. 366 5377218
catanzaro2@soloaffitti.it
Agenzia Catanzaro 1
Via Corace, 14
Tel. 0961 34464
Cell. 338 6906595
catanzaro1@soloaffitti.it

Tasi Catanzaro

Una manovra equa, indispensabile per fronteggiare la perdita di due milioni 700mila euro  derivante dall’esclusione del pagamento IMU sulle prime case da parte dello Stato. Una manovra equilibrata in modo da non pesare eccessivamente sui proprietari di prime case che rappresentano la platea più numerosa dei contribuenti catanzaresi..
 
E’ questo il senso delle previsioni TASI e IMU – tributi stabiliti dallo Stato -  contenute nella proposta di bilancio che sarà portata all’approvazione del Consiglio comunale.
 
L’Amministrazione si è trovata, come detto,  nella necessità di recuperare circa due milioni 700mila euro derivanti dall’esenzione IMU sulle abitazioni principali.
 
Per la prima casa è stata applicata la TASI con un’aliquota dell’1,20 per mille, appena lo 0,2 per mille in più rispetto al minimo stabilito dalla legge. La TASI può essere applicata dall’uno fino  al 2,5 per mille, per cui appare evidente che la scelta dell’Amministrazione è stata  orientata verso un contenimento della tassa.
 
E’ da sottolineare che molti contribuenti compenseranno il lieve aumento TASI con l’abolizione del “contributo statale per i servizi indivisibili” che si pagava contestualmente alla TARES, pari allo 0,30 per metro quadro. Tanto che il saldo finale per molti contribuenti sarà addirittura inferiore a quello pagato nel 2012, ultimo anno di possibile raffronto.
 
COSA CAMBIA PER IL CONTRIBUENTE
 
Gli uffici hanno svolto un’analisi su cosa cambia per il contribuente con IMU e TASI  prendendo a base la  media della rendita catastale del Comune di Catanzaro pari a € 337,00 e confrontando l’ IMU versata dal contribuente nell’anno 2012 (nell’anno 2013 c’era stata la MINI IMU e quindi non era proponibile il raffronto).
 
Per le simulazioni si è tenuto conto anche della media delle superfici delle abitazioni principali della Città di Catanzaro, tratta dalla banca dati dell’Amministrazione.
 
Da considerare  l’eliminazione sulla Tares oggi Tari dello 0,30 a mq dei servizi indivisibili che equivale, su una media di mq . 88 ad un importo di € 26,00.
 
Esempio1: nucleo familiare senza figli con abitazione principale di mq 88  rendita 337,00
 
ANNO 2012  IMU VERSATA      € 140,00
 
Contributo statale ex  Tares           €   26,00
 
Totale versato                                € 166,00
 
TASI da versare anno 2014           €   68,00
 
MINORE VERSAMENTO  rispetto all’IMU 2012    € 98,00
 
 
 
Esempio2 : nucleo familiare con un figlio con abitazione principale di mq 88 rendita 337,00
 
ANNO 2012  IMU VERSATA     €   90,00
 
Contributo statale ex  Tares          €   26,00     
 
Totale versato                                € 116,00
 
MINORE VERSAMENTO  rispetto all’IMU 2012    € 48,00
 
 
 
Esempio3: nucleo familiare con due figli con abitazione principale di mq 88  rendita 337,00
 
ANNO 2012  IMU VERSATA      €  40,00
 
Contributo statale ex  Tares           €  26,00
 
Totale versato                                €   66,00
 
   TASI da versare anno 2014        €   68,00
 
Maggiore VERSAMENTO  rispetto all’IMU 2012    € 2,00
 
Esempio4: nucleo familiare con tre figli con abitazione principale di mq 88  rendita 337,00
 
ANNO 2012  IMU VERSATA      €   00,00
 
Contributo statale ex  Tares           €   26,00
 
Totale versato                                 €   26,00
 
   TASI da versare anno 2014         €   68,00
 
Maggiore VERSAMENTO  rispetto all’IMU 2012    €42,00
 
L’esempio numero 3 è, secondo gli uffici, quello maggiormente rappresentativo dei contribuenti catanzaresi e, come si può notare, prevede un saldo di appena 2 euro.
 
Per le seconde case, lo strumento individuato è l’IMU che viene aumentata dell’uno per mille rispetto all’anno precedente.
 
Secondo gli uffici, le unità immobiliari diverse dalle abitazioni principali e tenute a disposizione (cosiddette “seconde case”) il maggior carico tributario ammonterà mediamente a circa 30 euro, al netto del contributo ex Tares.
 
In definitiva, viene sfatato il luogo comune di un aumento indiscriminato delle tasse per coprire le perdite dell’esenzione IMU abitazione principale.
 
 
 
Font: comunecatanzaro.it